Associazione o Federazione

Discussioni, idee e Proposte per il nuovo Statuto della Federazione

Moderatori: Stefano Tarquini, Olivier, Ken Federico, StefanoB

Davide Bertok
Utente
Messaggi: 307
Iscritto il: 17/02/2011, 21:13
Località: Trieste

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Davide Bertok » 28/03/2011, 11:49

Mirco ha scritto:
Grazie Leonardo delle spiegazioni, che mi sembrano interessanti. Mi risulta che alcune regioni chiedano una tassa di iscrizione, qualcosa come di 300 Euro, tipo qui in Emilia Romagna. Ti risulta? Sai che sia da pagarsi una tantum o ogni anno?

Io però resto dell'idea che qualcosa, per quanto possa essere relativamente di poco impegno, vada fatta quando serve, non prima. Istituire degli obblighi o forzature per costituirsi in associazione da parte della federazione verso i club lo trovo un errore. Che questa decisione venga presa senza ssentire preventivamente la posizione di tutti i club, è per me un altro errore. Comunque io ho detto la mia che riassumo nel seguito:

- contrario a costituire una federazione formata dai club che devono costituirsi in associazioni.

Poi un club, quando ha interesse e intenzione di costituirsi in associazione, lo può fare tranquillamente in ogni momento.

Ciao, Mirco.
Beh Mirco, un club può costituirsi formalmente in associazione per lo "stato" ma non necessariamente devi farlo.
Mi spiego meglio....
Un conto è il costituirsi come associazione ai fini di quanto richiesto dalla Federazione , un conto è invece formalizzarla esistendo anche "per il resto del mondo".
Ai fini pratici significa che nel primo caso si produce solo uno statuto che regola l'organizzazione interna, nel secondo oltre allo statuto si va all'agenzia dell'entrate, si porta la documentazione, si paga una tassa e poi l'utilità è soprattutto per richiedere finanziamenti ad enti pubblici (non solo ma è la prima cosa che mi viene in mente).
Ma non è vero che la Federazione impone di registrarsi anche "per il resto del mondo", semplicemente chiede solo uno statuto per "attestare" che ci sia un minimo di organizzazione interna a quel club.
Per il resto, non credo che si possa parlare di obblighi o forzature verso tutti i club: primo perchè Ciovo appunto ha posto apposta la domanda per capire se vogliamo veramente una Federazione o solo un'Associazione, secondo perchè già dalla nascita della Federazione il diventare "club riconosciuto" non è un obbligo ma solo qualcosa che comporta dei vantaggi. E un club può continuare a partecipare alla vita della FIGG senza per forza diventare "club riconosciuto".
Davide Bertok

Mirco
Utente
Messaggi: 520
Iscritto il: 17/02/2011, 19:16
Località: Bologna

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Mirco » 28/03/2011, 14:16

Davide Bertok ha scritto: Per il resto, non credo che si possa parlare di obblighi o forzature verso tutti i club: primo perchè Ciovo appunto ha posto apposta la domanda per capire se vogliamo veramente una Federazione o solo un'Associazione.
Se si sceglie per una federazione di club, significa che i club devono formarsi in associazione e prendere parte degli oneri che adesso spettano alla federazione (riscossione delle quote, etc. ...)

Io credo che questa decisione, vada fatta prendere ai club, perché sarà una decisione che impatta in maniera importante sulla vita dei club. Una volta condivisa coi club può essere ratificata dall'assemblea.

Ciovo
Utente
Messaggi: 72
Iscritto il: 20/03/2011, 19:54

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Ciovo » 31/03/2011, 10:03

Mirco ha scritto:Mi risulta che alcune regioni chiedano una tassa di iscrizione, qualcosa come di 300 Euro, tipo qui in Emilia Romagna. Ti risulta? Sai che sia da pagarsi una tantum o ogni anno?
L'importo a cui fai riferimento deriva da un'approssimazione di quanto segue, vale in tutta Italia e per le tipologie associative applicabili per noi, e rientra in quello che nell'elenco ho sintetizzato in:
Ciovo ha scritto:- registrazione Atto costitutivo e Statuto all'Agenzia delle Entrate (pagando quello che c'è da pagare, si fa in una mattinata)
"E' necessario versare in banca o posta - tramite modello F23 – l’imposta di registro (€ 168,00) ed i diritti di segreteria (€ 3,72 per ogni copia registrata). Si portano quindi all’Ufficio del registro almeno due copie in originale di atto costitutivo e statuto sui quali sono state apposte le marche da bollo (€ 14,62 da applicare ogni 100 righe) con il Modello F23 da cui risulta il versamento dell’imposta di registro e dei diritti di segreteria."

Va fatto quando si crea ufficialmente l'associazione e ad ogni modifica dello statuto. Dunque tendendialmente una volta ogni parecchi anni.
Leonardo Dal Zovo

Ciovo
Utente
Messaggi: 72
Iscritto il: 20/03/2011, 19:54

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Ciovo » 31/03/2011, 10:12

Mirco ha scritto: Se si sceglie per una federazione di club, significa che i club devono formarsi in associazione e prendere parte degli oneri che adesso spettano alla federazione (riscossione delle quote, etc. ...)

Io credo che questa decisione, vada fatta prendere ai club, perché sarà una decisione che impatta in maniera importante sulla vita dei club. Una volta condivisa coi club può essere ratificata dall'assemblea.
Sono perfettamente d'accordo con te che il ruolo dei club è fondamentale, su questo non ho alcun dubbio!
Infatti per questo motivo è stata lanciata recentemente la discussione anche nella mailing-list dei club, per cui auspico che ogni club abbia la possibilità di discuterne al suo interno e poi di presentare la sua posizione nelle sedi opportune (mailing-list dei club, mail alla federazione, forum).
Tieni però presente che la stragrande maggioranza dei club adesso non hanno un vero e proprio filo diretto ufficiale con la federazione, perché noi siamo composti dai soci-persone non dai club. Sono i soci stessi che, sia all'interno dei loro club, sia in questo forum, posso dire la loro e stimolare la discussione e quest'area è stata creata appositamente perché tutti possono accedere e contribuire, a titolo personale o in base alla realtà in cui si trovano.
Leonardo Dal Zovo

Mirco
Utente
Messaggi: 520
Iscritto il: 17/02/2011, 19:16
Località: Bologna

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Mirco » 31/03/2011, 11:14

Ciovo ha scritto:Sono perfettamente d'accordo con te che il ruolo dei club è fondamentale, su questo non ho alcun dubbio!
Infatti per questo motivo è stata lanciata recentemente la discussione anche nella mailing-list dei club, per cui auspico che ogni club abbia la possibilità di discuterne al suo interno e poi di presentare la sua posizione nelle sedi opportune (mailing-list dei club, mail alla federazione, forum).
Tieni però presente che la stragrande maggioranza dei club adesso non hanno un vero e proprio filo diretto ufficiale con la federazione, perché noi siamo composti dai soci-persone non dai club. Sono i soci stessi che, sia all'interno dei loro club, sia in questo forum, posso dire la loro e stimolare la discussione e quest'area è stata creata appositamente perché tutti possono accedere e contribuire, a titolo personale o in base alla realtà in cui si trovano.
Va bene dai, attenderemo allora gli esisti della discussione fra i soci. Però mi pare che a parte io, qua non dica niente nessuno. Non so se ci sarò alla riunione a Firenze, però la mia speranza è che prendiate delle decisioni che non danneggino e creino difficoltà alle realtà locali.
Purtroppo molti soci non fanno parte di club e magari non conoscono e non sanno i problemi e le difficoltà che ci sono per continuare a farli esistere, specie se si sono formati da poco. Anche molti che provengono da club con una organizzazione più radicata nel tempo, probabilmente se lo sono dimenticato.

Avatar utente
Stefano Tarquini
Consigliere
Messaggi: 429
Iscritto il: 23/10/2010, 21:12
Località: GO Club Roma "Fujisawa Shuko"
Contatta:

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Stefano Tarquini » 31/03/2011, 15:53

Mirco ha scritto: Va bene dai, attenderemo allora gli esisti della discussione fra i soci. Però mi pare che a parte io, qua non dica niente nessuno.
Mirco raccolgo e dico la mia: ricordo che a suo tempo gia' sollevai qualche perplessita' sul nome della nostra organizzazione nazionale goistica, cioe' sulla parola "Federazione". Per me appunto una federazione e' una unione di entita' che si danno appunto una struttura federativa.
Mi sembra che ora si voglia dare un carattere compiutamente federativo alla FIGG facendola diventare appunto una federazione di club o associazioni locali.

Io invece personalmente sono per l'associazione perche' in fondo se tutti i soci (giocatori e simpatizzanti) debbono sentirsi parte della organizzazione nazionale non e' opportuno inserire un layer intermedio che si interfacci tra i singoli giocatori e la FIGG.

Se poi vogliamo una federazione allora e' necessario individuare per ogni club o associazione una o piu' persone che si facciano carico volontariamente di gestire i rapporti tra la federazione e gli appartenenti al club (nonche' soci della FIGG). In questo caso pero' il singolo concentra la propria attenzione su quello che succede all'interno del club dato che in fin dei conti delega un rappresentante per la FIGG e la FIGG a livello di orgnanizzazione sara' gestita da un ristretto gruppo di persone.

Qui mi sembra che sia giunta l'ora di decidere... quindi io ho detto come la penso!
Mirco ha scritto:però la mia speranza è che prendiate delle decisioni che non danneggino e creino difficoltà alle realtà locali.
beh, si decidera' democraticamente no? Ognuno di noi voetera' e si rimettera' a cosa decide la maggioranza...
Stek Turku

Roberto Foschi
Utente
Messaggi: 89
Iscritto il: 19/02/2011, 9:11

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Roberto Foschi » 31/03/2011, 20:29

Buongiorno a tutti,
nessuno vuole trasformare l’associazione in un carrozzone pieno di burocrazia. Rimane il fatto che ci sono parecchie cose da fare. Non le vogliamo fare perché amiamo la burocrazia, ma perché vanno fatte.
Giusto per fare qualche esempio comunicare ai soci le date delle attività della federazione (campionati, assemblee, corsi), comunicare le scadenze delle iscrizioni, raccogliere i soldi delle nuove iscrizioni, consegnare le tessere ai nuovi iscritti, far compilare i moduli per la privacy.
Questi compiti sono in parte burocratici e in parte questioni pratiche, non possiamo fare a meno di nessuna di questi altrimenti dovremmo sciogliere la federazione e diventare un gruppo di amici che raccoglie soldi per attività legate al go.
Tutti i punti che ho descritto oggi sono gestiti centralmente, anche se diventassimo una federazione il consiglio andrebbe avanti a usare il sito come mezzo di comunicazione, ciononostante il club potrebbe avere un ruolo più attivo gestendo direttamente tutte le cose che ti ho descritto, oltre a pagare una quota di iscrizione annuale per il club.
E’ chiaro che questo comporta più lavoro, ma è un lavoro che può essere certamente gestito meglio a livello locale (dove dei giocatori si sa tutto) piuttosto che a livello centralizzato.
L’idea è di chiedere di più ma di dare di più: se saremo una federazione mi aspetto tra i 15 e i 20 go club. Il peso del voto di ognuno di questi sarebbe molto maggiore. Le discussioni potrebbero essere organizzate su una mailing list dei club dove le posizioni di un singolo club avrebbero un peso ben maggiore rispetto alle posizioni di un singolo socio all’interno del forum attuale. Oggi non si capisce quanti leggano il forum e i soci che si esprimono contano numericamente poco rispetto al totale dei soci. Do per scontato che se diventiamo una federazione i materiali siano dati in prestito solo ai go club affiliati. Il diritto di ospitare il campionato italiano potrebbe essere riservato ai go club. Anche altre attività della federazione (stage, corsi o altro) sarebbero appannaggio dei go club.
Con diritti e doveri intendo quanto ho descritto. La risposta “noi non abbiamo il tempo e/o la voglia di fare queste cose” è assolutamente lecita. Una risposta di questo tipo lascia aperte due alternative: 1 si candidano e vengono elette persone che sono disposte a fare cose che potrebbero essere demandate ai go club 2 l’associazione funziona peggio. Tieni conto che anche nell’ipotesi 1 il tempo che i consiglieri dedicano a queste cose non lo possono dedicare ad altro.
Nel caso in cui diventassimo una federazione ritengo che sarebbe necessario per i go club avere uno statuto, però non credo che sia indispensabile registrarsi (che è costoso, Ciovo perché sostieni il contrario?). Inoltre la federazione potrebbe fornire uno statuto standard in modo che i vari go club possano avere una traccia a cui ispirarsi senza perdere tempo in questioni “burocratiche”.
Si è dato per scontato che il go club affiliato debba essere un nucleo di giocatori con un ritrovo, certamente questo potrà un go club, ma potrebbero essere anche aggregazioni più grandi. Ad esempio Venetogo, che ha più ritrovi nella regione, potrebbe decidere di iscriversi come un singolo go club o iscriversi come più go club distinti, nel secondo caso i goisti veneti dovrebbero pagare più quote di iscrizione di club e avrebbero un po’ più di “burocrazia” da sbrigare ma in compenso il loro peso nella federazione sarebbe maggiore. Penso che ogni realtà regionale/locale dovrebbe scegliere tra le due opzioni.
Comunque, a scanso di equivoci, ci sono anche aspetti negativi in una struttura federale, non sto esponendo una preferenza personale verso questa soluzione.
L’aspetto più problematico, come già dicevo, è che i singoli giocatori sono rappresentati meno rispetto ad una semplice associazione e la cosa è accentuata per i giocatori che non fanno parte di un go club specifico. Un altro problema è il seguente: molte iscrizioni arrivano da persone che non partecipano al campionato italiano e/o che non fanno parte di alcun go club e che probabilmente sono poco informati sulla vita associativa. Una possibile soluzione che avevo proposto è quella di creare un’associazione nazionale a cui si possono iscrivere questi giocatori e che si affilia alla figg. Rimane il problema che questo potrebbe disincentivare l’iscrizione di molte persone: oggi per iscriversi basta pagare 15 euro, domani potrebbe essere necessario iscriversi a uno dei go club e pagare una quota maggiore (club+quota figg), oggettivamente è più complicato.
Al di là delle opinioni personali è un peccato che la discussione su un tema così importante sia così povera di partecipazione, servirebbe l’apporto di un maggior numero di soci per evidenziare gli aspetti positivi e negativi.
Roberto

Aldo Podavini
Utente
Messaggi: 57
Iscritto il: 22/10/2010, 17:27

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Aldo Podavini » 01/04/2011, 10:43

Io sono contrario alla trasformazione della FIGG in una federazione.

La valutazione va condotta su due piani: quello esterno e quello interno.

Dico subito che il piano esterno, ossia gli adempimenti, obblighi, vantaggi, svantaggi etc. derivanti dal diverso status nei confronti degli enti terzi, è l'unico che potrebbe farmi cambiare idea, se si dimostrasse che la trasformazione potrebbe portare dei grossi concreti vantaggi.
Invece, secondo l'analisi di Ciovo, le differenze sono praticamente nulle.
E quindi è un aspetto irrilevante nella valutazione.

Sul piano interno, invece, le differenze potrebbero essere significative.
E non solo per i costi di registrazione, lo statuto dei club, etc., ma soprattutto per due ragioni:
1) siamo decisamente troppo piccoli perhè abbia senso frapporre un ulteriore livello amministrativo tra la FIGG e i soci
2) le realtà locali sono molto eterogenee tra di loro.
Ci sono realtà locali - come il citato VenetoGo - che sono già oggi strutturati come e più di una vera federazione a sé stante, e ci sono club (piccoli e grandi) che invece non hanno nessuna intenzione di assumere alcun ruolo amministrativo. Le accurate spiegazioni di Mirco hanno spiegato bene questa situazione relativamente all'AtomoGoClub, ma ritengo che ci siano diverse realtà molto simili in Italia. E il guaio è che se si attribuiscono delle funzioni a chi poi non ha voglia di svolgerle (foss'anche solo sollecitare i soci perchè paghino i rinnovi, o tenere aggiornata qualche lista) poi è probabile che queste cose non vengano fatte; e si innesca un meccanismo complicato (il CF che sollecita i rappresentanti dei club, i quali a loro volta devono poi dialogare con i loro soci) che è un po' assurdo nella situazione piccolissima del Go italiano. E si ritorna al punto 1.
Mi si potrà obiettare: i club piccoli di un certo territorio possono consociarsi in una specie di sovra.club regionale.
Ma qui - consentitemi - saremmo davvero all'assurdo: in questo caso i livelli diventerebbero addirittura 4:
- il CF
- il sovra-club
- il club
- il socio
Eh sì, perchè anche solo per dialogare tra di loro all'interno della struttura del sovra-club, i responsabili dei vari club (che, tra parentesi, andrebbero essi stessi eletti), dovrebbero dedicare del tempo, incontrarsi, mettersi d'accordo, votare etc.
E poi un loro rappresentante dovrebbe interfacciarsi con il CF, e magari votare nelle assemblee, avendo la certezza di rappresentare la rete di soci sottostante.
Solo a me sembra che questa dinamica sarebbe surreale...??

Insomma, lasciatemi dire: keep it simple !
Aldo

Mirco
Utente
Messaggi: 520
Iscritto il: 17/02/2011, 19:16
Località: Bologna

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Mirco » 01/04/2011, 23:07

Stefano Tarquini ha scritto:
beh, si decidera' democraticamente no? Ognuno di noi voetera' e si rimettera' a cosa decide la maggioranza...
Io penso che si decide democraticamente quello che riguarda la federazione. Quello che riguarda i club, lo dovrebbero decidere i club.

Al momento non mi risulta che la federazione abbia autorità sui club. Credo che questa intromissione della federazione sia impropria.

Inoltre i club sono formati anche da persone che non sono tessarate FIGG.

Quello che volgio dire in tutta questa discussione si dà per scontato che il club sia in qualche modo, soggetto all'autorità della federazione. Mettere all'ordine del giorno il passaggio della FIGG a federazione di club, significa partire da un presupposto che da quello che mi risulta non c'è.

Bisogna a mio avviso fare un passo indietro e mettere prima in disucssione il fatto che i club siano assoggettati all'autorità della federazione. Lo sono i soci, non i club. Per svolgere la propria attività un club non chiede alla federazione un permesso. O una approvazione, come succede per le attività delle commissioni. Se qualcuno del consiglio mi dice che non approva qualcosa che faccio nel club, io non sono tenuto a tenerne conto. Se il club fosse assoggettato alla federazione invece lo dovrei fare. Se per svolgere l'attività del club dovessi prima chiedere cosa ne pensa l'associazione regionale, che magari poi riporta la cosa al consiglio, non si farebbe più nulla.

Non so se mi spiego.

Mirco
Utente
Messaggi: 520
Iscritto il: 17/02/2011, 19:16
Località: Bologna

Re: Associazione o Federazione

Messaggio da Mirco » 01/04/2011, 23:20

Roberto Foschi ha scritto: Buongiorno a tutti,
nessuno vuole trasformare l’associazione in un carrozzone pieno di burocrazia.
Mah, a me sembra se non lo è già, lo stia diventando.

Rispondi