Testi e motivazioni per le proposte per l'Ass. Ord. 2012

Discussioni, idee e Proposte per il nuovo Statuto della Federazione

Moderatori: Stefano Tarquini, Olivier, Ken Federico, StefanoB

Rispondi
Ciovo
Utente
Messaggi: 72
Iscritto il: 20/03/2011, 19:54

Testi e motivazioni per le proposte per l'Ass. Ord. 2012

Messaggio da Ciovo » 15/04/2012, 6:25

Proposta 1)
Con l’organizzazione di Assemblee all’interno di eventi, può rendersi opportuno e a volte necessario rendere un po’ più flessibile il regolamento sull’aggiornamento dei lavori.

L’attuale normativa:
“9.D.6 - Aggiornamento lavori
La proposta di aggiornare i lavori può essere fatta come mozione d'ordine a partire dalla quarta ora di riunione. Per essere approvata richiede una maggioranza qualificata (2/3 dei voti presenti) e l'approvazione da parte del Presidente. I lavori si aggiornano da un minimo di 8 ad un massimo di 24 ore.”

Vista la possibilità di tenere assemblee la mattina o nel primo pomeriggio, l’attuale norma rende pressoché impossibile (per il vincolo minimo di 8 ore) riprendere l’assemblea nella stessa giornata (se non in tarda serata) e questo renderebbe pressoché obbligatorio rimandarla al giorno successivo, il che potrebbe portare a numerosi disagi.

Il termine minimo in realtà sembra essere pensato per evitare che assemblee iniziate nel pomeriggio o la sera possano essere aggiornate nel cuore della notte per approvare cose altrimenti non approvabili per la presenza di oppositori. In questo contesto, però, la norma risulta essere poco sensata, perché l’aggiornamento dei lavori deve essere approvato dall’Assemblea stessa, oltretutto con una maggioranza qualificata: chi avesse intenzione di approfittare dell’aggiornamento dei lavori in un orario a lui favorevole per raggiungere determinati scopi, dovrebbe comunque avere una maggioranza dei soci sufficiente a far passare l’aggiornamento dei lavori nell’orario che gli conviene, e dunque pressoché sempre avere già in quel momento l’appoggio necessario ad ottenere direttamente l’approvazione per cui si aggiorna.

Viste le considerazioni esposte, e visto soprattutto che è sempre e comunque l’assemblea stessa a decidere sulla base delle singole situazioni, orari ed eventuali altri vincoli che possono dipendere da fattori interni ma anche esterni, si propone di eliminare il limite inferiore e anche di ridurre a 3 ore il termine minimo per poter richiedere l’aggiornamento dei lavori.
Si propone inoltre di modifica la dicitura “maggioranza qualificata (2/3 dei voti presenti)” che rischia di essere ambigua.

La modifica assume carattere di urgenza per l’assemblea in concomitanza con la KAC.

La proposta è la seguente:
“9.D.6 - Aggiornamento lavori
La proposta di aggiornare i lavori può essere fatta come mozione d'ordine a partire dalla terza ora di riunione. Per essere approvata richiede una maggioranza di 2/3 dei votanti a favore e l'approvazione da parte del Presidente. I lavori si aggiornano entro un massimo di 24 ore.”


Proposta 2)
Il vecchio modulo del trattamento dei dati personali, obsoleto e di probabile invalidità dal 2004 circa in poi per il riferimento alla vecchia normativa del 1996 sostituita nel 2003, è stato rimpiazzato da fine 2010 con un nuovo modulo.
La compilazione del nuovo modulo si rende necessaria da parte di tutti i soci per diversi motivi, fra cui:
- i vecchi moduli probabilmente non hanno alcuna validità oggi
- la maggior parte dei vecchi moduli non è disponibile
- non è possibile una “conversione automatica” fra vecchie e nuovi condizioni
- è opportuno che la federazione sia in possesso del modulo compilato con firma autografa da tutti i soci, non solo dei nuovi soci come prevede il regolamento, ma anche di quelli già soci al momento del cambio di modulo

Per questo motivo e per la particolare importanza della corretta compilazione della privacy in vigore a tutela sia dell’associazione ma anche del socio, propongo di parificare a livello di regolamento la corretta compilazione della privacy al rinnovo della quota, in modo che solo con la presenza di entrambe (quota correttamente pagata e privacy correttamente compilata) il socio possa “usufruire di prerogative o benefici derivanti dall'essere Socio”.
In situazioni di aggiornamento della privacy, ritengo opportuno dare la facoltà al CF (che approva eventuali modifiche) di pronunciarsi sui termini entro cui è necessario che i soci si adeguino per non diventare inadempienti.

La proposta è la seguente:
“1.A.5 Trattamento dei dati personali
Il trattamento dei dati personali è approvato dal CF.
A tutti i Soci, tranne ai soli Soci Onorari, è richiesta la corretta compilazione del modulo predisposto.
In caso di modifiche del trattamento o della normativa, è compito del CF stabilire modalità e tempistiche per permettere ai Soci di adeguarsi rimanendo così in regola.
Il Socio non in regola con la compilazione del trattamento dei dati personali non potrà usufruire di prerogative o benefici derivanti dall'essere Socio (quali la partecipazione alle Assemblee, o la partecipazione a eventi o la fruizione di sconti riservati ai Soci, etc.).“
Leonardo Dal Zovo

Rispondi