Ci sono proposte?

Discussioni, idee e Proposte per il nuovo Statuto della Federazione

Moderatori: Stefano Tarquini, Olivier, Ken Federico, StefanoB

Rispondi
etognoni
Utente
Messaggi: 174
Iscritto il: 23/10/2010, 0:37

Ci sono proposte?

Messaggio da etognoni » 19/02/2011, 21:48

Ciao, mi piacerebbe conoscere con un po' di anticipo rispetto alla data
ultima di presentazione delle proposte OdG quali modifiche di Statuto
e Regolamento bollono in pentola, per farmi un'idea su cosa e come
votare dato che l'assemblea e' il momento in cui si vota, ma tempo
per riflettere, discutere e mediare ce n è poco.
Cosi' invito le Commissioni e i singoli soci a battere un colpo e farsi
sentire. Non che abbia qualcosa contro i plebisciti ben inteso, ma
preferirei che ci fosse la possibilita' per i soci isolati come me di
partecipare.
Ciao! e buon lavoro.

Stefano Giurin
Amministratore
Messaggi: 37
Iscritto il: 14/10/2010, 16:46

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da Stefano Giurin » 24/02/2011, 10:21

ciao,
i plebisciti non piacciono nemmeno a chi vince sanno un po' troppo di "bulgaro" :lol:

cmq
tutti i soci possono contattare le commissioni per collaborare (anche temporaneamente) in modo da vedere che aria tira e dare sfogo alla creatività... non so, abolire l'ici, che i treni arrivino in orario come quando c'era lui...
cose così :lol:

buon domani

stefano g
stefano giurin

ogni mattina si svegliano un furbo e un idiota, se si incontrano l'affare è fatto.
(antico proverbio fenicio)

etognoni
Utente
Messaggi: 174
Iscritto il: 23/10/2010, 0:37

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da etognoni » 24/02/2011, 15:37

areasocifigg ha scritto:ciao,
... tutti i soci possono contattare le commissioni per collaborare...
e di grazia come si interloquisce con coteste commissioni ? :mrgreen:

parton
Consigliere
Messaggi: 62
Iscritto il: 15/10/2010, 7:38

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da parton » 06/03/2011, 18:42

etognoni ha scritto: e di grazia come si interloquisce con coteste commissioni ? :mrgreen:
ciao enrico. le commissioni si possono contattare tramite i responsabili, trovi gli indirizzi email qui:

http://www.figg.org/federazione/index.html

pero' la tua domanda iniziale era "cosa bolle in pentola per statuto e regolamento?", giusto?
la risposta e' la seguente.

come sai, vorremmo entro la fine dell'anno approvare delle modifiche sostanziali a statuto e regolamento, per rendere entrambi piu' moderni e leggeri.

prima di partire con la scrittura di statuto e regolamento, pero', bisogna trovarsi d'accordo su quali dovrebbero essere i principi fondamentali che li governano. noi vorremmo che questi principi fondamentali (chiamiamoli "linee guida") venissero decisi entro il giorno 8 maggio.

infatti l'8 maggio (domenica, la mattina dopo l'assemblea generale) faremo un incontro, aperto a tutti i soci che vorranno partecipare attivamente nella modifica di regolamento e statuto, nel quale verranno decise definitivamente le linee guida.

quali devono essere queste linee guida? questa e' la domanda chiave alla quale rispondere, e alla quale io credo debbano essere dedicate nelle prossime settimane le nostre energie.
nell'ordine del giorno provvisorio che abbiamo pubblicato, trovi al punto 6 le voci "struttura federale di club o associazione di giocatori" e "associazione culturale, sportiva dilettantistica, promozione sociale": questi sono 2 esempi di decisioni da prendere prima di mettersi a scrivere lo statuto!

invito quindi te e i soci a continuare questo thread, scrivendo cosa ne pensate delle 2 voci sopra, e anche proponendo quelle che secondo voi dovrebbero essere queste linee guida.

come tempistica approssimata, vorremmo raccogliere entro aprile il maggior numero possibile di proposte, per poi raccoglierle, ordinarle, e comunicarvele con largo anticipo rispetto alla data dell'assemblea. in questo modo, ci sara' abbastanza tempo per discuterne ancora, farsi un'opinione e delegare/votare in modo consapevole per il 7 maggio.
infine, nell'incontro dell'8 maggio verranno perfezionate le linee guida, seguendo le decisioni prese in assemblea, e verra' formata la commissione di persone che intendono lavorare alla stesura dello statuto con quelle linee guida!

dimmi pure se non sono stato chiaro.

ciao, maurizio

Tusitala
Consigliere
Messaggi: 54
Iscritto il: 23/02/2011, 10:57

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da Tusitala » 07/03/2011, 20:07

quali devono essere queste linee guida? questa e' la domanda chiave alla quale rispondere, e alla quale io credo debbano essere dedicate nelle prossime settimane le nostre energie.
nell'ordine del giorno provvisorio che abbiamo pubblicato, trovi al punto 6 le voci "struttura federale di club o associazione di giocatori" e "associazione culturale, sportiva dilettantistica, promozione sociale": questi sono 2 esempi di decisioni da prendere prima di mettersi a scrivere lo statuto!
Già che ci sono illustro qui alcuni dati sulle tipologie di associazione.
Associazione Culturale: è una definizione molto generica, di per sè non esiste un requisito particolare per avere la qualifica di associazione culturale, si tratta semplicemente di una dichiarazione di intenti, le agevolazioni la legge me le dà in base alle attività che organizzo e ad altre caratteristiche dello statuto, non in base a questa qualifica.

Associazione Sportivo Dilettantistica: credo sia da escludersi per la Figg.
Le associazioni sportive dilettantistiche sono associazioni locali, che a loro volta sono affiliate a Federazioni più grandi che fanno parte del Coni, o in alternativa, a un ente di promozione (Asi, Uisp, Acli...).
La Figg non è una associazione locale, semmai potrebbe diventare un giorno una federazione associata del Coni, ma come già detto vedo questa prospettiva ancora lontana.

Associazione di Promozione Sociale: francamente non pensavo che si potesse ottenere questa qualifica, che pensavo riservata alle associazioni impegnate nel volontariato tout-court.
Visto che VenetoGo ci è riuscita evidentemente la legge italiana sul tema è molto meno rigida di quel che pensavo, perciò andrebbe esplorata questa possibilità che ritengo essere la più vantaggiosa.
Filippo Gorlero

etognoni
Utente
Messaggi: 174
Iscritto il: 23/10/2010, 0:37

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da etognoni » 08/03/2011, 20:48

Ero propenso all'associazione culturale come alternativa all'affiliazione al coni, qualcuno mi aveva parlato di ente morale, adesso scopro associazione di promozione sociale, scusa se chiedo lumi, ma dato che non è mi è ben chiara la differenza potresti nello specifico dire qual è la più vantaggiosa in termini di tasse da pagare?
La mia attenzione al momento è concentrata al resistere spendendo il meno possibile stando per il momento alla larga dal coni che mi hanno persuaso essere troppo accentratore e troppo costrittivo nelle regole da seguire e nelle direttive da attendere.
grazie ciao! :mrgreen:
(chiedo a Gorlero o a chi ne sa di rispondere)

Tusitala
Consigliere
Messaggi: 54
Iscritto il: 23/02/2011, 10:57

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da Tusitala » 10/03/2011, 18:54

Ero propenso all'associazione culturale come alternativa all'affiliazione al coni, qualcuno mi aveva parlato di ente morale, adesso scopro associazione di promozione sociale, scusa se chiedo lumi, ma dato che non è mi è ben chiara la differenza potresti nello specifico dire qual è la più vantaggiosa in termini di tasse da pagare?
http://www.camera.it/parlam/leggi/00383l.htm

Confesso di non aver approfondito bene la differenza tra associazione no profit e aps, visto che mi sono posto il problema solo da pochi giorni, ma azzardo alcune considerazioni:

1-una aps non è soggetta all'imposta sugli intrattenimenti (le nostre attività di torneo rivolte a soci non rientrano cmq in questa tassa, ma questa soluzione non lascia spazio ad interpretazioni).
Inoltre tali intrattenimenti a pagamento possono essere rivolti anche a non soci e si considera comunque questo reddito come base imponibile fino a un max di 3,5 milioni di lire.
In realtà, a conti fatti, per i nostri fini il vantaggio è minimo, al massimo risparmieremmo l'1% sull'incasso.
Il punto è che bisognerebbe proprio cercare di evitare attività spettacolistiche di natura commerciale e renderle attività istituzionale (tasse zero), con i dovuti accorgimenti la cosa è fattibilissima.

2-una aps deve avere obbligatoriamente i requisiti indicati all'art.3, ma questi sono indispensabili anche a una no profit per godere di un trattamento fiscale di favore (per avere tornei e corsi di go rivolti a soci considerati reddito istituzionale, perciò tasse zero).

3-le donazioni alle Aps possono essere detratte dalla base imponibile sulla dichiarazione dei redditi, ma non ho approfondito la percentuale e i massimali, ci deve essere una guida apposita sul sito dell'agenzia entrate.

Insomma, mi pare che una Aps sia leggermente meglio ma la differenza non è sostanziale: se facciamo le cose per bene le uniche tasse da pagare in futuro saranno quelle derivanti da sponsorizzazioni, sia che si scelga una Aps, sia che si scelga una associazione culturale no-profit.

Spero di essermi spiegato in modo comprensibile.
Filippo Gorlero

Ciovo
Utente
Messaggi: 72
Iscritto il: 20/03/2011, 19:54

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da Ciovo » 20/03/2011, 20:26

Interverrò prossimamente con maggiore dettaglio.
Per il momento voglio anticipare che la possibilità di essere una Associazione Sportivo Dilettantistica (d'ora in poi ASD) è possibile e tutto sommato interessante. Da vari punti di vista è equiparabile all'essere un'Associazione di Promozione Sociale (d'ora in poi APS) con l'aggiunta che sono totalmente detassati premi in denaro fino a circa 7000 euro all'anno e gli ingressi dell'attività commerciale possono superare quelli relativi all'attività istituzionale senza per questo perdere il carattere non commerciale dell'associazione (esempio di utilità: campionato europeo, anche minore, in Italia). Cosa bisogna fare per essere un ASD e dunque avere questa agevolazioni? Iscriversi ad un Ente di Promozione Sportiva (entrando così nel CONI).
Per rispondere a Filippo, non è vero che un'ASD è necessariamente una (piccola) associazione locale: prendi ad esempio il gioco del Burraco, che sta prendendo molto piede ultimamente, che ha almeno 5 federazioni nazionali di cui alcune sono effettivamente ASD facenti parte di Enti di Promozione Sportiva con forma federativa (cioè i cui soci sono "club" a loro volta ASD). Per approfondire questa situazione la cosa migliore è leggersi un paio di statuti di queste Federazioni.

Un paio di link:
- Burraco in Italia (da cui trovare i nomi delle Federazioni per cercare il loro sito in cui trovare lo statuto)
- Enti di Promozione Sportiva (dal sito del CONI)
Leonardo Dal Zovo

Tusitala
Consigliere
Messaggi: 54
Iscritto il: 23/02/2011, 10:57

Re: Ci sono proposte?

Messaggio da Tusitala » 21/03/2011, 19:17

Ciovo ha scritto:Per rispondere a Filippo, non è vero che un'ASD è necessariamente una (piccola) associazione locale: prendi ad esempio il gioco del Burraco, che sta prendendo molto piede ultimamente, che ha almeno 5 federazioni nazionali di cui alcune sono effettivamente ASD facenti parte di Enti di Promozione Sportiva con forma federativa (cioè i cui soci sono "club" a loro volta ASD). Per approfondire questa situazione la cosa migliore è leggersi un paio di statuti di queste Federazioni.
Ottimo, questo è molto interessante, leggendo gli statuti si capisce che hai ragione tu, ma non solo.
Abbiamo una federazione (la Fedibur http://www.fedibur.com/index.php?menu=04) che, diventata Asd , dichiara espressamente nel suo statuto l'intenzione di entrare in futuro nel Coni come disciplina associata.
A questo punto sarebbe bene andare all'assemblea con un'idea dell'ordine di grandezza dei costi, in modo da capire se l'ipotesi è interessante.
In base a quanto ho letto una Asd deve:
-pagare una quota annuale all'ente di promozione a cui fa riferimento
-prevedere nello statuto l'obbligo di tesseramento all'ente per i propri iscritti
Per quanto riguarda la prima mi pare si parlasse di una cifra intorno agli 80 euro per le Asd degli scacchisti, ma il tesseramento individuale non ho idea di quanto costi.
Immagino che vari in base al tipo di copertura assicurativa.
Filippo Gorlero

Rispondi